Mobile Menu

Breakout: gestire gli sbalzi con le opzioni binarie

Esistono molte strategie differenti che possono essere impiegate nel trading e in particolare nel commercio con le opzioni binarie. Una è la cosiddetta strategia breakout e riguarda la gestione degli sbalzi più energici, anche se più che di una strategia precisa si tratta di comprendere come gestire molti diversi tipi di sbalzi.

Di breakout o sbalzo violento si parla quando il prezzo, dopo aver mancato di mostrare una direzione precisa per un tempo prolungato, muovendosi cioè sempre entro un certo intervallo, fuoriesce improvvisamente dai suoi limiti. L’intervallo si presenta come un canale orizzontale entro cui il valore si muove. Non è immediatamente riconoscibile perché il valore potrebbe muoversi al suo interno con movimenti intermittenti, ma senza mostrare una tendenza precisa: a volte sono più forti gli impulsi di crescita e il prezzo sale leggermente, altre invece torna a scendere, lasciando l’umore del mercato in uno stato di indifferenza.

dj

Il canale orizzontale, vale a dire l’intervallo, è limitato in alto e in basso da resistenze e supporti. Il prezzo si avvicina alla resistenza, viene intrappolato dalla lotta tra impulsi contrastanti e poi torna a calare fino a incontrare un supporto. Qui tornano di nuovo a scontrarsi impulsi contrastanti dal cui risultato emerge un nuovo slancio che riporta il prezzo fino alla resistenza in alto dove si ripete la stessa scena di prima. Meno è la durata del confronto di impulsi contrastanti, più lo sbilanciamento è forte e quindi anche la resistenza o il supporto che seguiranno.

Di intervalli e oscillazioni che ne fuoriescono se ne trovano in qualunque arco temporale, quindi anche nei grafici di 5 minuti, ore o giornate. Attenzione bene, però: non tutte le oscillazioni che sforano un intervallo si rivelano dei breakout duraturi. Spesso, soprattutto nel mercato Forex, si incontrano i cosiddetti falsi breakout: il prezzo supera i limiti dell’intervallo ma rientra subito dopo.

Come gestire i breakout

Come già accennato, ci sono molti tipi diversi di breakout da gestire. Alcuni trader, in particolare gli scalper, mirano a trarre immediato vantaggio direttamente dall’oscillazione e dal momento seguente il superamento del limite. Altri invece aspettano una conferma, per assicurarsi che non si tratti di un falso breakout. Attendere una simile conferma è sicuramente la mossa più prudente e porta agli scenari di trading con le più alte probabilità di successo. In questo caso, non si interviene immediatamente al momento dell’oscillazione che ha superato il supporto o la resistenza, ma si attende ancora. Spesso accade che il prezzo rientri nell’intervallo, per rivelare quello che in realtà era un falso breakout. Vengono così testate la resistenza e il supporto in questione, e se il risultato è positivo allora si avrà un’ottima opportunità di inserirsi nel mercato. La resistenza diventerà poi un supporto o, al contrario, quello che era il supporto sarà la nuova resistenza.


AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO