Mobile Menu

Vantaggi nell’impostare le proprie opzioni binarie

Con le opzioni binarie è possibile trarre vantaggio dalle oscillazioni del valore di un certo bene, se si è in grado di prevederne la direzione. Un aspetto positivo di questo strumento riguarda il fatto che il possibile guadagno, realizzato nel caso in cui l’opzione finirà “into the money” al momento dello scadere, è già determinato al momento dell’acquisto, e al tempo stesso le possibile perdite si limitano al prezzo di acquisto dell’opzione.

Mentre il funzionamento delle opzioni binarie è di facile comprensione persino per i principianti, questi strumenti contano anche determinati svantaggi. Diversamente da altri tipi di opzioni, il commercio delle opzioni binarie non ha luogo in alcuna borsa finanziaria, ma ci si deve rivolgere direttamente ai broker specializzati in questo settore che sono soliti offrire ai propri svariate possibilità di investimento. In questo commercio il broker assume il ruolo del cosiddetto market maker, che determina in anticipo la possibile vincita e i rimborsi previsti per le opzioni fallimentari. I trader possono invece stabilire autonomamente il prezzo di acquisto.

Per offrire ai propri clienti il massimo grado di flessibilità, molti broker per opzioni binarie hanno introdotto un ulteriore strumento, l’Option Builder, anche se può comparire con un nome diverso a seconda del broker. Esso consente di impostare le caratteristiche dell’opzione esattamente come richiesto dalla propria strategia personale. La flessibilità in questo modo ne guadagna sia per quanto riguarda il rapporto tra vincite e rischio che per quel che concerne i tempi di scadenza, e i trader non devono più affidarsi unicamente alle opzioni proposte.

Il funzionamento di questo Option Builder è relativamente semplice, in modo che anche i trader senza grossa esperienza possano impiegarlo senza difficoltà. Per utilizzare questo programma occorre selezionare il bene desiderato presso il broker di cui si è clienti, poi si deve configurare il tempo di scadenza. Alcuni broker consentono di impostare intervalli di cinque minuti, altri offrono una selezione di scelte possibili, ma in generale anche su questo punto di trader godono di una certa flessibilità.
Screenshot-from-2013-01-07-061144-300x153L’aspetto forse più importante di Option Builder riguarda il rapporto tra rischio e guadagno, che può essere impostato direttamente dal trader. Un esempio di questa applicazione è il broker molto popolare soprattutto in area di lingua tedesca BDSwiss. Qui la vincita usuale è impostata su Option Builder sull’80 per cento, mentre non vi è alcun rimborso in caso di operazioni perdenti. Tale rapporto può essere modificato, ad esempio portando a 70 per cento la rendita delle opzioni e a dieci per cento il rimborso. In casi estremi si può persino richiedere una rendita di solo il dieci per cento, che però consente un rimborso dell’80 per cento.

Infine non resta che decidere se si voglia comprare un’opzione Call oppure un’opzione Put. Al momento Option Builder è utilizzabile solo con le opzioni binarie classiche, mentre altre variazioni, come le opzioni One Touch, non sono disponibili per l’impiego di questo programma da nessun broker.

In definitiva Option Builder è un’ottima scelta per adattare i propri investimenti alla strategia personale impiegata per le opzione binarie. Gli investitori pronti al rischio possono scegliere maggiori guadagni, mentre chi preferisce la sicurezza può richiedere un rimborso più elevato in caso di operazioni andate male.

Ciononostante, Option Builder fa emergere anche una critica importante, indipendentemente dal broker. La scelta del bene di base avviene tramite il broker ed è limitata dalla sua disponibilità, tanto che talvolta il bene che si vorrebbe trattare non risulta disponibile. Inoltre il rapporto tra rischio e guadagno è personalizzabile, ma ciò non è possibile farlo per tutti i beni sul mercato. Per alcuni di essi sono selezionabili solo due o tre alternative, mentre in altri casi la scelta è molto più ampia.


AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO