Mobile Menu

Il bonus: opportunità o trappola?

Nel commercio con le opzioni binarie i trader hanno già possibilità sufficienti per guadagnare grosse somme di denaro in poco tempo. Tuttavia molti trader propongono ai loro clienti dei bonus particolari al momenti di versare specifiche somme di denaro. Ve ne sono di diversi tipi: alcuni broker aggiungono come bonus una percentuale della somma versata, mentre altri vi aggiungono un cifra precisa. In ogni caso i trader hanno la possibilità di veder crescere il capitale sul proprio conto senza ulteriori sforzi.

Fotolia_44410206_XS-300x200Chi volesse confrontare i diversi operatori sulla base del valore del bonus farebbe bene a tener presente alcuni aspetti. Non è infatti possibile prelevare in denaro il valore del bonus, che in realtà è un capitale che il broker mette a disposizione del cliente per i suoi investimenti e devono essere rispettate alcune prerogative prima di poterlo includere in un prelievo dal proprio conto.

In generale il bonus non è che un incentivo per operazioni future. Ciò significa che la somma a cui equivale e che viene depositata sul conto, deve essere impiegata nelle operazioni con le opzioni binarie e non può essere semplicemente prelevata dal conto. Sono soprattutto i principianti a confondere questo bonus con un regalo da parte del broker, ma non lo è affatto.

Un chiaro esempio può servire a comprendere l’esatto funzionamento di un bonus di questo genere. Presso tutti i broker il bonus è da moltiplicare per un certo fattore e il risultato va poi investito tramite le proprie operazioni. Se il broker ha conferito un bonus di 200 euro e il fattore in vigore è 10, allora si dovrà comprare opzioni binarie per il valore di 4000 euro prima di poter prelevare il bonus.

In tale contesto una corretta gestione del rischio è fondamentale. Chi è solito acquistare opzioni per 50 o 100 euro, per poter incassare il bonus corre il rischio di fallire con le proprie operazioni e perdere rapidamente il capitale di investimento. Anche i trader più capaci, che analizzano attentamente i beni sottesi, falliscono di tanto in tanto con le operazioni e solo un’oculata gestione del rischio consente di perpetuare guadagni duraturi.

Per questo motivo non bisogna farsi trasportare troppo nell’impiegare somme elevate per l’acquisto delle opzioni. In tale contesto il bonus non sempre costituisce un’opportunità_ se un trader si lascia condizionare dal bonus e trascura la gestione del rischio, esso può addirittura sortire l’effetto contrario a quanto sperato.

Se invece si ha ben chiaro in mente che il bonus altro non è che un incentivo a operare e si è già convinti di voler proseguire la propria attività di trading, può rivelarsi una valida risorsa. Chi desiderasse proseguire con il trading per lungo tempo, prima o poi raggiungerà senz’altro la soglia per il prelievo del bonus. Se si continua a studiare con cura i grafici senza investire cifre troppo elevate in singole operazioni, è possibile con il tempo corrispondere ai requisiti richiesti per il prelievo.

Bisogna quindi evitare l’errore di considerare un bonus apparentemente strabiliante come un motivo sufficiente a diventare clienti del broker in questione. È molto importante informarsi anticipatamente riguardo alle esatte condizioni che il bonus comporta.