Mobile Menu

Da dove provengono gli andamenti per le opzioni binarie?

Proprio come tanti altri strumenti finanziari, anche le opzioni binarie vengono commerciate direttamente al di fuori delle borse finanziarie. Questo significa che il broker presso cui opera il trader interviene in qualità di propositore dell’opzione. In alcune piazze finanziarie, soprattutto negli Stati Uniti, le opzioni binarie vengono offerte in borsa sotto forma di FRO (Fixed Return Options), tuttavia si tratta di un segmento di mercato molto piccolo.

Molti dei trader che operano con le opzioni binarie presso un broker saranno interessati a sapere come ottenere i dati sull’andamento dell’opzione in questione. La risposta è semplice: tutti i broker mettono a disposizione dei loro clienti i dati degli andamenti dei beni, in modo che si possa poi decidere se comprare o meno una certa opzione.

Analogamente a come per molti broker del Forex, che intervengono nel ruolo dei cosiddetti market maker, gli investitori non devono far altro che inserire i propri dati per il login per poter accedere alla piattaforma per il trading desiderata. Qui si possono visionare gli andamenti dei beni di base a cui si è interessati, oltre a suggerimenti su come operare con le opzioni binarie. Quanto ampie siano le possibilità di accedere all’analisi dei grafici dipende unicamente dal broker. Alcuni operatori mettono a disposizione degli utenti innumerevoli strumenti di analisi, mentre presso altri la scelta è decisamente più limitata. Nello scegliere il broker con cui operare, anche questo potrebbe essere un criterio determinante.

Ma da dove provengono gli andamenti che si trovano sulle piattaforme dei broker? Di norma i broker lavorano con operatori specializzati, tra cui ad esempio l’agenzia stampa Reuters, che invia questi dati in tempo reale ai broker che ne fanno richiesta. Tuttavia le informazioni vengono elaborate dai singoli broker e questo determina delle differenze nella qualità dell’informazione in base ai vari broker.

In alcuni casi è più facile a dirsi che a farsi e come trader non si ha la possibilità di verificare con esattezza se l’andamento mostrato è davvero attuale e libero da manipolazioni. La buona notizia è comunque che in rete esistono numerosi operatori che consentono – talvolta gratuitamente – di reperire l’andamento di un bene in tempo reale. Un rapido confronto con quello mostrato dal broker consente di capire subito se i dati sono corretti o meno.

Il vantaggio per i trader nel lavorare direttamente con i broker sta nel fatto di non dover pagare commissioni e provvigioni per l’acquisto delle opzioni binarie. Al tempo stesso, però, essi dipendono maggiormente dal broker stesso e si devono affidare a lui per recepire l’andamento aggiornato del bene in questione. In casi estremi si può addirittura giungere a delle manipolazioni dei dati da parte di operatori inaffidabili, pertanto prima di aprire un conto presso un particolare broker è bene informarsi accuratamente sull’azienda in questione e assicurarsi che si tratti di un operatore serio e affidabile.

Il buon nome di un broker è il suo strumento più importante nello svolgimento della sua attività. Solitamente si può fare affidamento sul fatto che non intervengano manipolazioni volute da parte del broker, che altrimenti rischierebbe di macchiare indelebilmente la sua reputazione agli occhi degli investitori. Ciò non significa, però, che la qualità del servizio offerto sia sempre perfetta, ma dovrebbe bastare a tranquillizzare i trader almeno un po’.