Mobile Menu

Consigli per le operazioni a 60 secondi

Fotolia_45247791_XS-300x267In generale le opzioni si sono rese disponibili agli investitori privati solo da poco tempo. I tempi di scadenza di questo particolare strumento finanziario erano da sempre molto brevi, ma di recente una modalità di trading sta guadagnando sempre maggiore popolarità tra gli utenti e prevede lo scadere dell’opzione solamente un minuto dopo il suo acquisto. Queste operazioni a 60 secondi vengono proposte già da molti broker, soprattutto in merito all’elevata richiesta che se ne ha, e consistono nel segmento delle opzioni binarie di maggior crescita sul mercato.

Il motivo per cui opzioni che durano solo 60 secondi siano così richieste, è presto detto: i trader vi intravedono la possibilità di realizzare nel giro di pochissimo tempo guadagni tra il 60 e l’80 per cento della somma investita. In effetti l’ammontare della vincita non si distanzia molto dalle opzioni di maggior durata, ma se un’operazione si conclude con successo è possibile reinvestire capitale e vincita ancora più velocemente.

L’esperienza di molti investitori mostra che è perfettamente possibile avere successo con queste operazioni da 60 secondi, ma non bisogna dimenticare gli altri aspetti della questione. Si tratta infatti della modalità di operazioni con opzioni binarie legata al più alto livello di rischio, che richiede grande esperienza, oltre a una forte disciplina e un’abile gestione del rischio. In questo tipo di trading, le emozioni sono completamente fuori luogo.

Il concetto alla base delle opzioni a 60 secondi è molto semplice. Quasi sempre questi brevissimi tempi di scadenza consentono l’impiego esclusivo delle sole opzioni classiche Call e Put. Si punta quindi su un andamento che nel corso di 60 secondi raggiunga un valore superiore o inferiore a quello dichiarato al momento dell’acquisto. Affinché le oscillazioni richieste abbiano luogo, il mercato deve essere naturalmente soggetto a un qualche movimento.

Nel corso della durata di un minuto l’andamento non può certo spostare il valore del bene di molto ed è inoltre altamente improbabile che esso segua una determinata tendenza, prima di ripiegare improvvisamente e azzerare i guadagni – o le perdite – prospettati. Per questo motivo i trader devono badare ad azzeccare il momento giusto per investire.

A questo proposito, specifiche analisi dei dati sono particolarmente utili per le opzioni a 60 secondi. Esse descrivono gli andamenti dei beni che superano i livelli di appoggio o di contrasto e che quindi riprenderanno a seguire la tendenza iniziale subito dopo. È importante, però, che l’acquisto dell’opzione binaria avvenga esattamente al momento giusto, altrimenti si perde l’occasione utile e si deve attendere la prossima opportunità.

Chi al momento di acquistare le opzioni binarie preferisce attendere una dettagliata analisi tecnica prima di sbilanciarsi su una previsione, dovrà rivedere la sua strategia nel caso delle operazioni da 60 secondi. I grafici dei dati non sono molto utili entro periodi di tempo così limitati e il tempo stesso che si può impiegare per la loro analisi è anch’esso molto limitato, altrimenti di rischia di perdere il momento giusto per svolgere la propria operazione.

Uno dei consigli più importanti per chi volesse tentare le proprie operazioni con le opzioni a 60 secondi consiste nell’attendere le oscillazioni opportune sul mercato. Beni particolarmente volatili, come il petrolio e le valute, si prestano particolarmente per le operazioni da 60 secondi. Al contrario, meglio non rivolgersi a mercati che invece richiedono un’analisi approfondita da parte degli investitori: sarebbe molto difficile, in questo caso, riconoscere uno schema nei movimenti del bene e identificare le fasi di rottura.


AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO